NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

logo

15_2015

TASSO DI INTERESSE LEGALE DAL 01.01.2016.pdf

In sintesi

La misura del saggio degli interessi legali di cui all'art. 1284 c.c. è fissata al 0,20% , in ragione d'anno, con decorrenza dal 1° gennaio 2016. Per effetto di questa variazione, dal 1° gennaio 2016, il costo del ravvedimento operoso diverrà meno oneroso per la quota interessi.
Inoltre con effetto 1° gennaio 2016 la Legge di Stabilità 2016 ha anticipato al 1 gennaio 2016 la decorrenza delle nuove disposizioni contenute nel D.Lgs.n. 158/2015: la sanzione per i versamenti effettuati entro 90 giorni dalla scadenza del termine è ulteriormente ridotta del 50%.

 14_2015

STAMPA DELLA CONTABILITA' ANNO 2014.pdf

In sintesi

La stampa sui registri della contabilità riferita al 2014 e l'aggiornamento del libro degli inventari dovranno essere effettuati entro il 30.12.2015. Il registro dei beni ammortizzabili andava aggiornato entro il 30.09.2015.

13_2015

ACCONTO IVA ANNO 2015 - SCADENZA 28.12.2015.pdf

In sintesi

Entro il 27 dicembre di ogni anno (quest'anno cade di domenica), bisogna procedere al calcolo dell'acconto IVA ed al relativo versamento. Per l'anno 2015 il termine ultimo per effettuare il versamento è lunedì 28.12.2015. I metodi di calcolo per l'acconto IVA sono tre: storico, previsionale e liquidazione al 21.12.

12_2015

PRINCIPALI SCADENZE DEL QUARTO TRIMESTRE 2015.pdf

In sintesi

Le principali scadenze del QUARTO trimestre 2015 in ordine cronologico:
versamenti fiscali, contributivi Inps e assicurativi Inail; intrastat; versamenti Enasarco; ritenute su lavoro dipendente e assimilato, compensi e provvigioni; versamento secondi acconti d'imposta e contributivi; versamento ritenute condomini; versamento INPS contributi IVS artigiani e commercianti; presentazione istanza credito Iva terzo trimestre 2015; presentazione istanza recupero accise gasolio terzo trimestre 2015; comunicazione acquisti senza Iva con soggetti economici della Repubblica di San Marino; comunicazione dei beni d'impresa concessi a soci/familiari dell'imprenditore; comunicazione delle operazioni di finanziamento o capitalizzazione effettuate dai soci; versamento saldo IMU e TASI; acconto IVA; stampa registri contabili anno 2014.

11_2015

TRANSAZIONI COMMERCIALI - INTERESSI LEGALI DI MORA PER TARDIVI PAGAMENTI.pdf

In sintesi

Su G.U. n. 168 del 22.07.2015 il Ministro dell'Economia e delle Finanze ha pubblicato il saggio degli interessi da applicare a favore del creditore nei casi di ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali. A partire dal 01.01.2013 sono in vigore le nuove regole sulle transazioni commerciali introdotte dal decreto legislativo n. 192/2012. Per il periodo 01.07.2015 - 31.12.2015 il tasso applicabile agli interessi legali di mora è:
- per le transazioni concluse entro il 31.12.2012 il 7,05% (0,05 + 7);
- per le transazioni concluse a partire dal 01.01.2013 l'8,05% (0,05 + 8);
In caso di ritardo nel pagamento delle somme dovute, il creditore ha diritto, oltre agli interessi legali di mora, anche al rimborso delle spese di recupero crediti e ad un importo forfettario di 40 euro a titolo di risarcimento del danno.

10_2015

PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2015.pdf

In sintesi

Le principali scadenze del TERZO trimestre 2015 in ordine cronologico:
versamenti fiscali, contributivi Inps e assicurativi Inail; Intrastat; versamenti Enasarco; ritenute su lavoro dipendente e assimilato, compensi e provvigioni; versamento ritenute condomini; versamento INPS contributi IVS artigiani e commercianti; presentazione istanza credito IVA secondo trimestre 2015; presentazione istanza recupero accise gasolio secondo trimestre 2015; comunicazione acquisti senza Iva con soggetti economici della Repubblica di San Marino; versamento DIRITTO CCIAA 2015; versamenti imposte e contributi derivanti dal modello UNICO 2015 e IRAP 2015 con o senza maggiorazione dello 0,40%; rimborso IVA assolta in altro Stato UE relativa al 2014.

9_2015
DOCUMENTI PER DICHIARAZIONE REDDITI ANNO 2014.pdf
ALLEGATO CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2014.pdf
ALLEGATO FAMILIARI A CARICO 2014.pdf

In sintesi

Documentazione da consegnare in Studio per presentare dichiarazione dei redditi anno 2014:
CU 2015, contratti di affitto e dichiarazione canoni, certificazione ritenute lavoro autonomo occasionale, assegni periodici corrisposti al ex coniuge, dichiarazione familiari a carico, fatture e scontrini per spese mediche e sanitarie sostenute nel 2014, spese veterinarie, dichiarazione della banca per interessi passivi su mutui ipotecari acquisto prima casa, ricevute versamenti 2014, assicurazioni vita e infortuni, ricevute spese di istruzione, ricevute spese funebri, ricevute spese attività sportiva ragazzi di età compresa tra i 5 e 18 anni, ricevute asili nido, ricevute polizze assicurazione, documentazione per lavori di recupero del patrimonio edilizio e per interventi finalizzati al risparmio energetico, documentazione acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione nonché di grandi elettrodomestici.

 

8_2015
NUOVI SERVIZI SOGGETTI AL REVERSE CHARGE DAL 1 GENNAIO 2015.pdf

In sintesi

La Legge di Stabilità ai commi 629 e 631 dell'articolo 1 ha ampliato la sfera di applicazione del reverse charge.
La Circolare n. 14/E del 27 marzo 2015 ha chiarito e definito il perimetro di applicazione di tale estensione.
Il nuovo articolo 17, comma 6, lettera a-ter) prevede l'applicazione del reverse charge alle prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici. Per individuare più in specifico il perimetro delle suddette prestazioni, l'Agenzia delle Entrate ha finalmente precisato che bisogna fare riferimento alle prestazioni comprese in una serie specifica di codici attività rilevabili dalla Tabella Ateco 2007. In ossequio ai principi dello Statuto del contribuente, l'Agenzia delle Entrate fa salvi, con conseguente mancata applicazione di sanzioni, eventuali comportamenti difformi adottati dai contribuenti anteriormente al 27 marzo 2015.

7_2015
PRINCIPALI SCADENZE DEL SECONDO TRIMESTRE 2015.pdf

In sintesi

Le principali scadenze del SECONDO trimestre 2015 in ordine cronologico:
versamenti fiscali, contributivi Inps e assicurativi Inail; intrastat; versamenti Enasarco; ritenute su lavoro dipendente e assimilato, compensi e provvigioni; versamento IMU 2015; versamento TASI 2015; versamento ritenute condomini; versamento INPS contributi IVS artigiani e commercianti; versamento imposte sostitutive su rivalutazione partecipazioni e terreni; presentazione istanza recupero accise gasolio primo trimestre 2015; presentazione spesometro 2014 (elenco clienti e fornitori); comunicazione acquisti senza Iva con soggetti economici della Repubblica di San Marino; Comunicazione contratti di locazione / noleggio; presentazione istanza credito IVA TR primo trimestre 2015;

6_2015
MODELLI 24 PRECOMPILATI ON LINE INPS COMMERCIANTI E ARTIGIANI.pdf

In sintesi

Gli artigiani e i commercianti devono versare ogni anno e in QUATTRO RATE TRIMESTRALI  i contributi fissi sul minimale.
La prima delle prossime scadenze è il 18 maggio pv.
L'INPS non invia più alcun modello cartaceo per posta, obbligando tutti i contribuenti ad attivarsi per ottenere il codice PIN necessario per accedere al proprio cassetto previdenziale e stampare il relativo prospetto e modelli F24 precompilati.

5_2015
COMUNICAZIONE ELENCO CLIENTI E FORNITORI SPESOMETRO ANNO 2014.pdf

In sintesi

L'Agenzia delle Entrate con Provvedimento n. 94908/2013 ha stabilito le seguenti scadenze per la comunicazione telematica elenco clienti/fornitori (spesometro) relativa all'anno 2014 : 10/04/2015 per i contribuenti iva mensili, 20/04/2015 per tutti gli altri contribuenti. L'informativa analizza le modalità e i termini di trasmissione, l'oggetto della comunicazione, i soggetti obbligati ed esclusi, le operazioni escluse dall'obbligo, i dati richiesti per la comunicazione analitica e per quella aggregata, la composizione del modello evidenziando la polivalenza dello stesso e i casi particolari di compilazione. 

4_2015
TASSA ANNUALE PER LA VIDIMAZIONE DEI LIBRI SOCIALI_2015.pdf

In sintesi
Lunedì 16 marzo 2015 è in scadenza per le sole società di capitali la tassa annuale per la vidimazione dei libri sociali. Per le società con capitale sociale pari o inferiore a €. 516.456,90 la tassa è pari a €. 309,87 ed è deducibile ai fini IRES e IRAP. Il versamento va effettuato telematicamente tramite modello F24 riportando nella sezione ERARIO il codice tributo 7085 e l'anno di riferimento 2015.
Sono tenute al versamento solo le società di capitali (es.: S.R.L. e S.P.A.).
Sono escluse le società di persone, le ditte individuali e le società cooperative.

3_2015
TRANSAZIONI COMMERCIALI - INTERESSI LEGALI DI MORA PER TARDIVI PAGAMENTI.pdf

In sintesi
Su G.U. n. 12 del 16.01.2015 il Ministro dell'Economia e delle Finanze ha pubblicato il saggio degli interessi da applicare a favore del creditore nei casi di ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali. A partire dal 01.01.2013 sono in vigore le nuove regole sulle transazioni commerciali introdotte dal decreto legislativo n. 192/2012. Per il periodo 01.01.2015 - 30.06.2015 il tasso applicabile agli interessi legali di mora è:
- per le transazioni concluse entro il 31.12.2012 il 7,05% (0,05 + 7);
- per le transazioni concluse a partire dal 01.01.2013 l'8,05% (0,05 + 8);
In caso di ritardo nel pagamento delle somme dovute, il creditore ha diritto, oltre agli interessi legali di mora, anche al rimborso delle spese di recupero crediti e ad un importo forfettario di 40 euro a titolo di risarcimento del danno.

2_2015
COMUNICAZIONE DATI E DICHIARAZIONE IVA ANNO 2014.pdf

In sintesi
L'informativa elenca i documenti da predisporre per la compilazione dei modelli di Comunicazione annuale dati IVA e Dichiarazione IVA 2015 per l'anno d'imposta 2014.
N.B.: per l'appuntamento è indispensabile che siano concluse tutte le registrazioni delle fatture e note di variazione dell'anno 2014 e chiuso la liquidazione del mese di dicembre (mensili) o del IV trimestre (trimestrali)

Con i provvedimenti n° 4777/2015 e n° 4774/2015 del 15.01.2015 l'Agenzia delle Entrate ha approvato i modelli definitivi di "Dichiarazione" e "Comunicazione dati" IVA 2015 (anno d'imposta 2014):

1_2015
TASSO DI INTERESSE LEGALE DAL 01.01.2015.pdf

In sintesi

La misura del saggio degli interessi legali di cui all'art. 1284 c.c. è fissata al 0,50% , in ragione d'anno, con decorrenza dal 1° gennaio 2015. Per effetto di questa variazione, dal 1° gennaio 2015, il costo del ravvedimento operoso diverrà meno oneroso per la quota interessi.
Inoltre con effetto 1° gennaio 2015 la Legge 190/2014 ha modificato l'istituto del ravvedimento operoso prevedendo l'eliminazione dei limiti temporali e la rimodulazione delle riduzioni applicabili alle sanzioni.