NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

logo

31_2018

GESTIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE - COMMERCIANTI AL MINUTO

In sintesi

La presente informativa fornisce le istruzioni operative, per i primi sei mesi dell'anno 2019, per i commercianti al minuto che dal 1° gennaio 2019 dovranno emettere fattura elettronica nei confronti dei clienti che la richiederanno in luogo della ricevuta o dello scontrino fiscale.

27_2018

STAMPA DELLA CONTABILITA' ANNO 2017

In sintesi

La stampa sui registri della contabilitĂ  riferita al 2017 e l'aggiornamento del libro degli inventari dovranno essere effettuati entro il 31.01.2019.

Il registro dei beni ammortizzabili doveva essere aggiornato alla data del 31.10.2018.

L'imposta di bollo sulle scritture contabili conservate elettronicamente deve essere calcolata sul numero delle registrazioni e versata con modello F24 telematico.

26_2018

TASSO DI INTERESSE LEGALE DAL 01.01.2019

In sintesi

La misura del saggio degli interessi legali di cui all'art. 1284 c.c. è fissata allo 0,80% in ragione d'anno, con decorrenza dal 1° gennaio 2019.

Per effetto di questa variazione, dal 1° gennaio 2019, il costo del ravvedimento operoso diverrà più oneroso per la quota interessi.

25_2018

OBBLIGO COMUNICAZIONE ENEA PER GLI INTERVENTI DI RECUPERO EDILIZIO

In sintesi

La fruizione del beneficio per interventi di ristrutturazione che determinano un risparmio energetico e l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia (ex art. 16 – bis DPR 917/86) è subordinata all’invio obbligatorio di apposita comunicazione all’Enea.

L’obbligo di invio della comunicazione riguarda tutti gli interventi ULTIMATI successivamente al 01.01.2018.

Il portale ENEA è attivo a partire dal 21.11.2018 al link: http://ristrutturazioni2018.enea.it

24_2018

IMPOSTA DI BOLLO SU FATTURE ELETTRONICHE

In sintesi

Le fatture, le ricevute, le quietanze, le note, i conti, le lettere e gli altri documenti di addebito / accredito di corrispettivi non assoggettati ad IVA scontano l'imposta di bollo di € 2,00 se l'importo complessivo in essi riportato è superiore a € 77,47.

Per la fatture elettroniche l'imposta di bollo si assolve mediante versamento in unica soluzione con modello F24 (codice tributo "2501") entro 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio.

23_2018

DETRAZIONE DELL'IVA SU FATTURE DI ACQUISTO - NUOVE REGOLE

In sintesi

Il Decreto collegato alla Finanziaria 2019 è intervenuto in materia di detrazione dell'IVA sulle fatture di acquisto di beni e servizi. Ora entro il giorno 16 di ciascun mese può essere esercitato il diritto alla detrazione dell'imposta relativa ai documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione. Fanno eccezione i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell'anno precedente.

22_2018

ACCONTO IVA ANNO 2018 - SCADENZA 27.12.2018

In sintesi

Entro il 27 dicembre di ogni anno si deve procedere al calcolo ed al versamento dell'acconto IVA. Per l'anno 2018 il termine ultimo è giovedì 27 dicembre 2018. I metodi utilizzabili per il calcolo dell'acconto IVA sono tre: storico, previsionale e liquidazione delle operazioni effettuate fino al 20 dicembre. L'importo dell'acconto IVA, anche se non effettivamente versato, dovrà essere evidenziato nel rigo VP13 della Comunicazione liquidazione periodica Iva relativa al 4° trimestre 2018.

20_2018

PRINCIPALI SCADENZE DEL QUARTO TRIMESTRE 2018

In sintesi

Le principali scadenze del QUARTO trimestre 2018 in ordine cronologico: versamenti fiscali, contributivi Inps e assicurativi Inail; Intrastat; versamenti Enasarco; ritenute su lavoro dipendente e assimilato, compensi e provvigioni; versamento secondi acconti d'imposta e contributivi; versamento ritenute condomini; versamento INPS contributi IVS artigiani e commercianti; presentazione istanza credito Iva terzo trimestre 2018; presentazione istanza recupero accise gasolio terzo trimestre 2018; comunicazione liquidazione periodica Iva terzo trimestre 2018; versamento saldo IMU e TASI; Acconto IVA.

18_2018

REGISTRAZIONE INDIRIZZO TELEMATICO PER LA RICEZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

In sintesi

L'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile un servizio di registrazione dell'indirizzo telematico dove ricevere tutte le fatture elettroniche dei propri fornitori inviate attraverso il Sistema di Interscambio (SDI). La registrazione va effettuata accedendo al servizio "Fatture e corrispettivi" dell'Agenzia delle Entrate.

17_2018

INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO - LE NOVITA' SUI BENI SIGNIFICATIVI NELLE MANUTENZIONI ORDINARIE E STRAORDINARIE

In sintesi

La presente informativa fornisce le istruzioni operative per la corretta fatturazione degli interventi di recupero del patrimonio edilizio mediante utilizzo di "beni significativi", individuati dal D.M. 29.12.1999, e loro parti staccate, su immobili a prevalente destinazione abitativa privata, così come chiarito dalla Circolare n. 15/E del 12.07.2018.

16_2018

TRANSAZIONI COMMERCIALI - INTERESSI LEGALI DI MORA PER TARDIVI PAGAMENTI

In sintesi

Su G.U. n. 158 del 10/07/2018 il Ministro dell'Economia e delle Finanze ha pubblicato il saggio degli interessi da applicare a favore del creditore nei casi di ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali.

A partire dal 01.01.2013 sono in vigore le nuove regole sulle transazioni commerciali introdotte dal decreto legislativo n. 192/2012. Per il periodo 01.07.2018 - 31.12.2018 il tasso applicabile agli interessi legali di mora è:

- per le transazioni concluse entro il 31.12.2012 il 7,00% (0,00 + 7);

- per le transazioni concluse a partire dal 01.01.2013 l'8,00% (0,00 + 8).

In caso di ritardo nel pagamento delle somme dovute, il creditore ha diritto, oltre agli interessi legali di mora, anche al rimborso delle spese di recupero crediti e ad un importo forfettario di 40 euro a titolo di risarcimento del danno.

15_2018

PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2018

In sintesi

Le principali scadenze del TERZO trimestre 2018 in ordine cronologico: versamento DIRITTO CCIAA 2018; versamento imposte e contributi derivanti dal modello REDDITI 2018 e IRAP 2018; versamento imposte sostitutive su rivalutazione partecipazioni e terreni; versamenti fiscali, contributi Inps e assicurativi Inail; ritenute su lavoro dipendente e assimilato, compensi e provvigioni; versamento ritenute condomini; Intrastat; presentazione istanza credito IVA TR secondo trimestre 2018; presentazione istanza recupero accise gasolio secondo trimestre 2018; versamento INPS contributi IVS artigiani e commercianti; versamenti Enasarco; comunicazione liquidazioni periodiche IVA secondo trimestre 2018; presentazione spesometro primo semestre 2018.

14_2018

PROROGA DELLA FATTURA ELETTRONICA PER L'ACQUISTO DI CARBURANTI

In sintesi

Con il D.L. n. 79 del 28 giugno 2018, il Consiglio dei Ministri ha disposto la proroga al 01.01.2019 dell'obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante per autotrazione effettuate nei confronti dei soggetti passivi Iva.

Confermata, a partire dal 01.07.2018, la necessità di effettuare il pagamento utilizzando esclusivamente mezzi tracciabili.

13_2018

FATTURA ELETTRONICA E PAGAMENTO CON MEZZI TRACCIABILI PER L'ACQUISTO DI CARBURANTI

In sintesi

A decorrere dal 01.07.2018, per effetto dell'abrogazione della scheda carburante, gli acquisti di benzina e gasolio utilizzati come carburanti per motori ad uso autotrazione da parte dei soggetti passivi Iva, dovranno essere documentati esclusivamente da fattura elettronica e pagati con mezzi di pagamento tracciabili.

12_2018

CMR - PROVA CESSIONE INTRACOMUNITARIA DI BENI

In sintesi

Una recente ordinanza della Corte di Cassazione del 19.04.2018 n. 9717, ha interpretato in maniera restrittiva la prova che deve essere fornita dal cedente nell'ambito dell'invio/consegna di beni di cui all'art. 41, comma 1 del D.L. n. 331/1993. In particolare il CMR è il documento ritenuto idoneo a dimostrare l'avvenuto trasporto della merce e di conseguenza la non imponibilità della cessione. La Corte di Cassazione ha di fatto valutato come prove insufficienti le fatture, i bonifici di pagamento e soprattutto le dichiarazioni sottoscritte dai clienti di conferma della ricezione della merce.

10_2018

PRINCIPALI SCADENZE DEL SECONDO TRIMESTRE 2018

In sintesi

Le princiapli scadenze del SECONDO trimestre 2108 in ordine cronologico: versamenti fiscali, contributi Inps e assicurativi Inail; ritenute su lavoro dipendente e assimilato, compensi e provvigioni; versamento ritenute condomini; Intrastat; presentazione istanza credito IVA TR primo trimestre 2018; presentazione istanza recupero accise gasolio primo trimestre 2018; versamento INPS contributi IVS artigiani e commercianti; versamenti Enasarco; Comunicazione liquidazioni periodiche IVA; versamento IMU 2018; versamento TASI 2018; versamento DIRITTO CCIAA 2018; versamento imposte e contributi derivanti dal modello UNICO 2018 e IRAP 2018; versamento imposte sostitutive su rivalutazione partecipazioni e terreni.

9_2018

DOCUMENTI PER LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI - ANNO 2017

ALLEGATO FAMILIARI A CARICO - ANNO 2017

ALLEGATO CANONI DI LOCAZIONE - ANNO 2017

 In sintesi

Documentazione da consegnare allo Studio per presentare la DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2017: CU 2018, contratti di affitto e dichiarazione canoni di locazione, certificazione ritenute lavoro autonomo occasionale, assegni periodici corrisposti all'ex coniuge, dichiarazione familiari a carico, fatture e scontrini per spese mediche e sanitarie sostenute nel 2017, spese veterinarie, dichiarazione della banca per interessi passivi su mutui ipotecari acquisto prima casa, ricevute versamenti 2017, assicurazioni vita e infortuni, ricevute spese di istruzione, ricevute spese funebri, ricevute spese attività sportiva ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni, ricevute asilo nido, ricevute polizze assicurazione, documentazione per lavori di recupero del patrimonio edilizio e per interventi finalizzati al risparmio energetico, documentazione acquisto mobili finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione nonché di grandi elettrodomestici.

 

8_2018

TASSA ANNUALE PER LA VIDIMAZIONE DEI LIBRI SOCIALI

 In sintesi

Venerdì 16 Marzo 2018 è in scadenza per le sole società di capitali la tassa annuale per la vidimazione dei libri sociali. L'ammontare della tassa è pari a € 309,87 se il capitale sociale è pari o inferiore a € 516.456,90, ed è deducibile ai fini IRES e IRAP.Il versamento va effettuato telematicamente tramite modello F24 riportando nella sezione ERARIO il codice tributo 7085 e l'anno di riferimento 2018.

Sono tenute al versamento solo le società di capitali (es. S.R.L. e S.P.A.).

Sono escluse le società di persone, le ditte individuali e le società cooperative.

7_2018

SPLIT PAYMENT: EFFICACIA COSTITUTIVA DEGLI ELENCHI

 In sintesi

Con Nota diffusa il 07.02.2018 il Dipartimento delle Finanze del MEF ha precisato che la disciplina dello Split Payment ha effetto:

- dalla data di inclusione del soggetto nell'elenco;

- dalla data di pubblicazione dell'elenco sul sito del Dipartimento delle Finanze.

All'interno della Circolare è inserito un esempio di fattura in Split Payment

6_2018

TRANSAZIONI COMMERCIALI - INTERESSI LEGALI DI MORA PER TARDIVI PAGAMENTI

 In sintesi

Su G.U. n. 17 del 22/01/2018 il Ministro dell'Economia e delle Finanze ha pubblicato il saggio degli interessi da applicare a favore del creditore nei casi di ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali.

A partire da 01.01.2013 sono in vigore le nuove regole sulle transazioni commerciali introdotte dal decreto legislativo n. 192/2012. Per il periodo 01.01.2018 - 30.06.2018 il tasso applicabile agli interessi legali di mora è:

- per le transazioni concluse entro il 31.12.2012 il 7,00% (0,00 + 7);

- per le transazioni concluse a partire dal 01.01.2013 l' 8,00% (0,00 + 8);

In caso di ritardo nel pagamento delle somme dovute, il creditore ha diritto, oltre agli interessi legali di mora, anche al rimborso delle spese di recupero crediti e ad un importo forfettario di 40 euro a titolo di risarcimento del danno.

5_2018

COMUNICAZIONE DATI DELLE FATTURE 2° SEMESTRE 2017 - NUOVA SCADENZA 06 APRILE 2018

 In sintesi

La scadenza dell'invio della comunicazione dei dati delle fatture (c.d. spesometro) per il secondo semestre 2017 è stata prorogata al 6 aprile 2018.

Il Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate n. 29190/2018 ha limitato i dati da comunicare per le fatture emesse, per le fatture ricevute/registrate e per le relative variazioni.

4_2018

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2018 - ANNO DI IMPOSTA 2017

 In sintesi

L'informativa elenca i documenti da predisporre per la compilazione del modello Dichiarazione IVA 2018 per l'anno d'imposta 2017.

La Dichiarazione deve essere predisposta ed inviata, esclusivamente per via telematica (Entratel), a partire dal 1 febbraio ed entro il 30 aprile 2018.

In caso di invio tardivo della Dichiarazione annuale Iva (oltre il 30 aprile ed entro i 90 giorni successivi) è possibile ravvedersi pagando una sanzione ridotta pari a € 25,00.

N.B.: Per l'appuntamento è indispensabile che siano concluse tutte le registrazioni delle fatture e note di variazione dell'anno 2017 e chiuso la liquidazione del mese di dicembre (mensile) o del IV trimestre (trimestrali).

 

2_2018

PRINCIPALI SCADENZE DEL PRIMO TRIMESTRE 2018

In sintesi

Le principali scadenze del PRIMO trimestre 2018 in ordine cronologico:

versamenti fiscali, contributivi Inps e assicurativi Inail; versamento ritenute condomini; ritenute su lavoro dipendente e assimilato, compensi e provvigioni; intrastat; presentazione istanza recupero accise gasolio quarto trimestre 2017; presentazione al Sistema Tessera Sanitaria (STS) delle prestazioni sanitarie 2017; stampa registri contabili; Autoliquidazione INAIL; versamento INPS contributi IVS artigiani e commercianti; Enasarco - versamento contributi; Spesometro secondo semestre 2017; Comunicazione Liquidazione Periodica Iva; Certificazione Unica 2018 (ex CUD); Tassa annuale libri contabili e sociali; Enasarco - versamento Firr.

1_2018

COMPENSAZIONE CREDITO IVA ANNUALE

In sintesi

Il credito annuale IVA di importo pari o inferiore ad Euro 5.000,00 è liberamente compensabile a partire dal 16/01/2018, utilizzando esclusivamente i servizi Entratel/Fisconline.